CHI SIAMO

Il MASCI (Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani) è costituito da uomini e donne provenienti da strade e esperienze diverse, anche prive di esperienze di scoutismo giovanile, ma uniti dalla convinzione che lo Scoutismo è una strada di libertà per tutte le stagioni della vita e che la felicità è servire gli altri a partire dai più piccoli, deboli e indifesi. Il MASCI si caratterizza per essere un Movimento di Adulti che si impegnano a livello personale, comunitario e di Movimento a testimoniare i principi, gli ideali e i valori dello scoutismo, vogliono seguire Gesù Cristo e essere inseriti nella Comunità della Chiesa..

 

 

TERREMOTO DEL CENTRO ITALIA: RACCOLTA FONDI 

La polvere causata dai detriti degli edifici ridotti in macerie, sui quali si è scavato tutto il giorno per recuperare qualche altra vita, ha creato una coltre grigiastra da far sembrare il sole distante e freddo; per tanti invece il  buio per sempre …


Fin dalle prime luci dell’alba, da quando i mezzi di comunicazione hanno iniziato a passare le prime notizie e le prime apocalittiche immagini, la preoccupazione per ognuno di noi è stata quella di raggiungere telefonicamente i legami che avevamo in questi luoghi, per sentire le voci, la paura, i racconti e le necessità.

Nelle zone del Lazio, delle Marche e dell’Umbria, alcuni centri medioevali che racchiudevano anni di storia ora sono stati rasi al suolo. I primi rumori del mattino erano quelli dei calcinacci rimossi dai soccorritori che scavano a mani nude tra le macerie; oltre al pianto di chi cercava i propri cari, urlando un nome milioni di volte senza avere risposta. Poi, più le ore passavano l’incessante via vai di ambulanze, il rumore delle pale degli elicotteri di soccorso che portavano via i feriti, e questo per tutto il giorno ed ora nella notte si continua ancora a scavare e chissà per quanti giorni, senza perdere la speranza di trovare ancora qualche persona viva.

Peraltro l’intensità del sisma e le zone colpite sono molto vicine all’Aquila dove, il 6 aprile 2009 in cui tantissimi altri nostri fratelli hanno vissuto lo stesso dramma, e sicuramente per loro in questo momento si riapre una nuova angoscia.

Siamo vicini a queste persone, con la nostra preghiera per le vittime, per i feriti e per tutti coloro che soffrono a causa di questa calamità; un grande grazie va per l’impegno alla macchina degli aiuti fatta di tanti volontari, ed è in queste circostanze che riscopriamo un’Italia BELLA e UNITA.

Come Masci ci uniremo per le iniziative di solidarietà con i soggetti già strutturati ed accreditati, in grado di rispondere in eventi come questo; a tal proposito ci sarà un incontro del nostro Comitato Esecutivo che andrà a definire le modalità con le quali poter procedere e non mancheremo nel tenervi informati.

 

Per ora i segretari delle Regioni colpite: Claudio Ripanti (Marche) – Claudio Bertucci (Lazio) - Renzo Angeli (Umbria), sono in rete tra di loro ed in contatto con le rispettive prefetture, per poter elaborare una comune e possibile iniziativa/progetto da poter sostenere ed Eccomi, la nostra ONLUS, già è disponibile a  raccogliere le somme con le seguenti modalità:

 

BENEFICIARIO: Eccomi - Associazione di volontariato ONLUS Sede Via Picardi, 6 – 00197 Roma

BANCA: BANCA POPOLARE ETICA – Via Rasella – Roma

IBAN: IT 77 Q 05018 03200000000118601

CAUSALE: AIUTI TERREMOTO CENTRO ITALIA 24.08.2016

 

Con fraternità e preghiera “con e per chi soffre”. Sonia Mondin

Petizione popolare per restituire dignità a chi cerca pace e serenità.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

       Su invito del Consiglio Nazionale del M.A.S.C.I., per passare dall’emozione all’azione, ecco la Petizione popolare per il riconoscimento dei diritti umani degli immigrati. Una raccolta di firme per la presentazione al Parlamento Italiano ed al Parlamento Europeo che costituire occasione preziosa di riflessione e confronto con altre realtà, confessionali e laiche, nonché con singoli cittadini interessati alla problematica particolarmente avvertita nel nostro Movimento.

Di seguito il testo

 

PETIZIONE POPOLARE

I sottoscrittori della presente petizione popolare, richiamandosi ai principi sanciti dalla Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo che:

A) considera il riconoscimento della dignità di tutti i membri della famiglia umana e dei loro diritti, uguali ed inalienabili, fondamento della libertà, della giustizia e della pace nel mondo;

B) ritiene il disconoscimento e il disprezzo dei diritti umani quale causa di atti di barbarie che offendono la coscienza dell'umanità, e che l'avvento di un mondo in cui gli esseri umani siano liberati dall’oppressione e dal bisogno è la più alta aspirazione dell'uomo;

Convinti, inoltre, che è urgente intervenire per mettere fine all’ormai quotidiana strage di donne, di uomini, e bambini alla disperata ricerca di pace e dignità, si rivolge al Parlamento e al Governo Italiano e al Parlamento Europeo affinché, ciascuno per le proprie competenze, si impegni

1. ad individuare corridoi umanitari sicuri per consentire il transito ai migranti vittime di guerre, persecuzioni, catastrofi e dittature;

2. a garantire un’accoglienza degna e rispettosa dei diritti della persona;

3. ad accelerare le procedure di identificazione e definizione delle richieste di asilo, al fine di ridurre al minimo la permanenza nei centri di concentrazione dei migranti;

4. a far superare, a livello europeo i vincoli del Regolamento di Dublino;

5. a progettare e realizzare veri percorsi di integrazione.

6. a realizzare interventi politici/economici nelle nazioni di partenza dei migranti.

Per le altre notizie cliccare su NEWS.